San Cassiano…

piccolo paesino situato nel cuore del Salento a 39 km dal capoluogo provinciale (Lecce). San Cassiano è a due passi da famose località turistiche come: Santa Cesarea , Castro e Otranto. Inoltre si può altrettanto facilmente raggiungere località come Gallipoli e Santa Maria di Leuca. Il paese fa parte dell’Unione dei Comuni delle Terre di Mezzo.

La nascita del paese risale probabilmente all’anno Mille, in occasione della devastazione di Muro e in seguito alla fuga degli abitanti di quel casale nelle terre circostanti; per questa ragione furono fondati i casali di Morigeno, Palmariggi, Giuggianello, Sanarica e San Cassiano.

I tempi migliori arrivarono, con i monaci Basiliani dell’ordine dei monaci greco-orientali che viveva secondo le regole di San Basilio.
Ovviamente i costumi, le tradizioni e le abitudini dei greci erano profondamente diversi da quelli della popolazione indigena; quindi il casale si divise in due parti: quella autoctona, denominato casale del Fosso e quella greca detta Vico La Greca. Il Fosso fu il primo insediamento rurale, si trovava nella parte sovrastante del territorio, vi si entrava tramite un arco. A pochi metri sorse la cripta denominata della “Madonna della Consolazione”, una chiesetta ipogea piena di affreschi.

I sancassianesi sono soprannominati nell’idioma popolare “cuccuasci”, ovvero civette. Questi rapaci sono soliti nidificare in questa area molto più che in altre zone, e questo come conseguenza delle caratteristiche del territorio.

Il santo protettore di San Cassiano è San Rocco, e lo si festeggia il 16 agosto.

…la Caffetteria Ducale

si trova all’interno del Palazzo Ducale di San Cassiano (risalente al XVI sec.). E’ un ambiente accogliente, ricco di storia che mantiene inalterata l’originaria struttura, mettendo in risalto l’ambiente e la qualità dei suoi prodotti.

…nel Salento…

vi è un detto dialettale un tempo noto soltanto tra gli abitanti del posto.  Oggi è diventato di gran moda anche al di fuori dei confini locali, vista la vocazione turistica del territorio, che ne ha permesso la diffusione, rendendolo così noto a tutti gli italiani. Il detto è “Lu Salentu: lu sule, lu mare, lu ientu”.

Il Salento o Penisola Salentina, anticamente ha fatto parte per molti secoli della circoscrizione definita Terra d’Otranto. E’ una subregione dell’Italia meridionale, nella Puglia, e corrisponde all’estremità  sudorientale della penisola italiana. Era anticamente chiamata dai greci Messapia, cioè “terra fra i due mari”. Era abitata da una popolazione di origine illirica, chiamati appunto Messapi.

Sia dal punto di vista linguistico sia da quello architettonico, folkloristico ed enogastronomico, la penisola salentina si caratterizza per tratti comuni che la distinguono dal resto della regione.

Difficile racchiudere in una lista le zone costiere del Salento. Ce ne sono per tutti i gusti. Nel vostro viaggio on the road troverete le spiagge bianche della zona di Pescoluse, dove l’impressione è quella di essere alle Maldive. Incontrerete spiagge dorate e grotte costiere come quella della Zinzulusa. Inoltre scogliere calcaree, come quelle di Porto Selvaggio e di Santa Cesarea Terme.

Ma il Salento non è solo mare. Troverete meraviglie naturali, campagne sconfinate riarse dal sole, uliveti, arte, tradizioni e borghi autentici come San Cassiano. Il paese è in un punto strategico che vi permetterà  di raggiungere ogni destinazione facilmente.

0%
SPECIAL OFFER

Cosa aspetti allora? Non limitarti a sognare, prenota la tua vacanza al M’ami Guest House.

Prenota ora e ricevi il 5% di sconto sul tuo soggiorno!

PRENOTA ORA